Il cancelliere austriaco incontra Putin: colloquio molto duro 

NEHAMMER HA PARLATO CHIARAMENTE DI CRIMINI DI GUERRA

«La guerra deve cessare, perché in guerra ci sono solo sconfitti da entrambe le parti: le sanzioni resteranno in vigore e saranno eventualmente inasprite»: lo ha detto con chiarezza il cancelliere austriaco Karl Nehammer a Vladimir Putin nel corso di un incontro del quale non sono state fornite immagini. 

Nehammer ha anche parlato con parole chiare dei crimini di guerra commessi a Bucha e in altre città, sottolineando la «necessità di un’inchiesta internazionale» su questi fatti. All’agenzia Apa, Nehammer ha confidato: «Il colloquio con Putin è stato molto duro e franco».