Non è vero, ma ci credo. All’Hollywood Roosevelt Hotel è di casa lo spirito di Marilyn

E’ singolare la storia di un hotel, l’Hollywood Roosevelt Hotel, il cui nome è un chiaro omaggio al presidente Theodore Roosevelt. La gente riporta di strani accadimenti. Ad esempio, tutti sanno che Marilyn Monroe era solita risiedere all’Hollywood Roosevelt in una stanza dotata di un grande specchio che rendeva onore alla sua grazia femminile. Col passare degli anni, l’hotel ha subito diverse modifiche che culminarono con il restauro del 1984, quando lo specchio della stanza 246 fu trasferito al piano terra ed esattamente dinanzi alle porte dell’ascensore. Lo Staff e molti clienti hanno asserito di aver visto riflessa l’immagine della Monroe. 

E non è l’unica stranezza: sembra che anche al 9° piano si verifichino strani fenomeni. Nella stanza 928 soggiornò Montgomery Clift, il quale era solito esercitarsi con la tromba per interpretare il personaggio di “Da qui all’eternità”. Ancora oggi diversi ospiti dell’albergo hanno più volte affermato di aver udito lo squillare di una tromba e il rumore di passi invisibili fuori dalla sua stanza. La stessa stanza 928 è famosa anche per i suoi insoliti e repentini abbassamenti della temperatura. 

E non è tutto. Negli Stati Uniti sono convinti che le meravigliose dimore di attori e celebrity passati a migliori vita siano infestate dagli spiriti dei loro ex inquilini. Un sito ha stilato la classifica delle case più infestate dai fantasmi dei vip e pare che nel periodo di Halloween i turisti vadano pazzi per queste mete. La casa più inquietante è quella appartenuta a Lucille Ball, in arte Lucy: dicono che il suo spirito si aggiri per le stanze della casa di Beverly Hills e che spesso faccia una puntatina su quello che era il set della sit com Lucy ed io alla Paramount. Da brividi è anche la casa di Los Angeles in cui si dice abbia vissuto il mago Houdini. Tra i cunicoli e le grotte sono in molti ad aver udito la sua voce.