CARBURANTI. Confermato lo sciopero del 24, 25 e 26.  Chiusi anche i self

«Lo sciopero è confermato, ma fino all’ultimo momento siamo disponibili a vedere se troviamo margini di manovra»: lo scrivono in una nota le organizzazioni dei gestori Faib, Fegica, Figisc-Anisa al termine dell’incontro con il ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso.La chiusura dei distributori è in calendario dalle 19 del 24 gennaio e comprenderà il 25 e 26; riguarderà anche gli impianti self-service sebbene potrebbero restare aperti quelli gestiti direttamente dalle compagnie petrolifere.