Caso Pipitone. Rai2: Milo Infante indagato per diffamazione

«DEPISTAGGI ED ERRORI INCREDIBILI NELLE INDAGINI» AVEVA AFFERMATO IL GIORNALISTA

Su Milo Infante, conduttore della trasmissione «Ore 14» in onda (con qualche problema di ascolti) su Rai2 pende un’accusa di diffamazione. Il conduttore è finito nel registro degli indagati per un’azione dei pm di Caltanissetta, che hanno aperto un fascicolo per il reato di diffamazione. «Posso dirvi che i giudici indagano chi Denise l’ha cercata con tutte le forze. Giornalisti, ex pm, e non solo… se qualcuno pensa che sia sufficiente per fermarci sbaglia. Continueremo a cercare Denise. Denise va cercata, non archiviata» scrive sui social Infante che aveva condotto uno speciale sulla scomparsa di Denise. Nel corso della trasmissione aveva affermato: «Depistaggi ed errori incredibili nelle indagini: ora Denise sarebbe a casa con la sua mamma se le indagini fossero state condotte in maniera diversa». «E’ mancata la volontà. La volontà di stringere un cerchio che era oramai delimitato». Appare probabile che proprio queste frasi abbiano procurato l’apertura delle indagini.