Covid. Attenti alle cure: il Paxlovid non è per tutti. La guida per i medici

ASSIMEFAC METTE IN GUARDIA I MEDICI DI FAMIGLIA

«La pandemia da SARS-Cov2 per quanto in una fase di regressione, sia in termini numerici che per gravità dei sintomi, continua a rappresentare una sfida per tutti i medici ed in particolare per  coloro impegnati nelle malattie infettive, nei reparti covid e per i medici di medicina generale»: lo affermano Nunzia Pia Placentino, Presidente Nazionale e Leonida Iannantuoni, Presidente Comitato Tecnico Scientifico di ASSIMEFAC (Associazione Società Scientifica Interdisciplinare e di Medicina di Famiglia e di Comunità).

«In questi giorni, è stata data la possibilità di utilizzare di  un nuovo  rimedio contro il  virus, ma  è indispensabile conoscerne a fondo l’utilizzo.  In particolare,  si tratta del medicinale Paxlovid,  farmaco antivirale da somministrare per uso orale,  indicato in pazienti adulti non ospedalizzati con infezione recente da SARS-CoV-2 e adoperabile dai medici di medicina generale. Bisogna saper selezionare accuratamente il  paziente tenendo conto, oltre  ai benefici, anche dei potenziali rischi a cui può andare  incontro con l’utilizzo del medicinale Paxlovid. Per questo motivo l’ASSIMEFAC, attenta ai bisogni della categoria medica, ha ritenuto di  stilare  una guida,  con le informazioni indispensabili per la  cura  quotidiana. Si è ritenuto condensare, in una agile tabella, tutte le interazioni farmacologiche potenzialmente  a rischio se non letali» concludono.