DOPO ELEZIONI. Salvini e Conte si riavvicinano: sarà di nuovo asse giallo-verde?

Salvini e Draghi sono ai ferri corti. Il leader della Lega chiede fondi per aiuti a famiglie e imprese contro il caro bollette; il premier si dice contrario a fare nuovo debito e si augura che possano bastare i fondi provenienti dalla nuova tassazione degli extraprofitti delle aziende del settore energetico. La questione, portata dinanzi alle Camere sciolte corre il rischio di surriscaldare ulteriormente la campagna elettorale. Ma se nel centrodestra Meloni da contraria che era parla adesso di ultima ratio, potrebbero essere proprio i 5Stelle ad aiutare Salvini nel mettere insieme una maggioranza parlamentare di fronte alla quale Draghi non potrebbe tirarsi indietro. Da giorni il Movimento, che è in crescita nei sondaggi, insiste per lo scostamento e per un provvedimento da 20-30 miliardi di aiuti, proprio come Salvini. Si prepara la rottura del centrodestra, data per vincente il 25 settembre, e la rinascita dell’asse gialloverde?