DOPO L’APPELLO DEI SINDACI. Oggi alle 18 le piazze di tutta Italia dicono «si» a Draghi

«Quando Mario Draghi si è dimesso sembrava tutto finito. E invece noi non molliamo! In tutta Italia chi non si rassegna al disastro grillino ha deciso di far sentire la propria voce. La maggioranza silenziosa ha detto basta al masochismo dei Cinque Stelle. È nata così la nostra petizione: siamo quasi a quota 100mila firme. Vi chiedo di firmarla e se l’avete già firmata di inviare per tenerci Draghi premier e rimandare i grillini nel dimenticatoio»: lo afferma Matteo Renzi. 

«I sindaci di tutti i colori politici stanno firmando un appello al premier, le categorie si stanno mobilitando, arriveremo a mercoledì con una forte ondata popolare. Oggi alle 18.30 manifestazioni spontanee in tante città d’Italia, da Milano a Roma, da Torino a Firenze, a Trento. Sì allo statista Draghi, no allo stagista Conte. Chissà che finalmente anche il PD non abbia capito che l’alleanza coi populisti è un errore come abbiamo avuto modo di ricordare anche in questo intervento al Senato. E, comunque, chi vuole andare alle elezioni coi grillini andrà alle elezioni contro di noi» conclude il leader di Italia Viva.