DOPO TENTATO OMICIDIO A TERMINI. FdI: prefetto aumenti controlli

«L’inspiegabile tentato omicidio alla Stazione Termini ad opera di un senza fissa dimora ha riacceso i riflettori sul problema della insicurezza causata da senza fissa dimora e sbandati vari attorno alla Stazione Termini e in tutto il rione Esquilino più volte denunciato da FdI. La sicurezza e il decoro della Capitale non valgono meno della pur necessaria assistenza a chi si trova in situazione di disagio. Il Comune di Roma deve fare la sua parte attraverso il Dipartimento Sociale, allestire centri di accoglienza dislocati in città e alleggerire il peso che da troppi anni grava sull’Esquilino. Va salvaguardata la principale porta di accesso alla città, primo impatto per i turisti che arrivano a Roma. Quindi l’idea di trovare luoghi di accoglienza a ridosso della Stazione ci sembra quanto mai sbagliata e anzi favorirebbe il fenomeno del vagabondaggio in tutto il rione. Chiedo al Prefetto Frattasi di farsi carico di questa richiesta e quindi, oltre ad aumentare i controlli intorno alla Stazione, di indicare al Comune di Roma soluzioni che tendano ad alleggerire la pressione sul rione Esquilino e non a peggiorare la già difficile situazione attuale»: lo chiede Massimo Milani, deputato e coordinatore romano di Fratelli d’Italia.