Si avvicina il viaggio del Papa in Russia. Bergoglio determinante per fermare la guerra

Il cardinale segretario di Stato vaticano Pietro Parolin sta intrecciando contatti formali con il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, circa un possibile viaggio di Francesco a Mosca. Lo dice lo stesso Papa Francesco alla Reuters.  E afferma: «Vorrei andare in Ucraina, e volevo prima andare a Mosca. Ci siamo scambiati dei messaggi a questo proposito, perché pensavo che se il presidente russo mi avesse concesso una piccola finestra per servire la causa della pace… E ora è possibile, dopo il mio ritorno dal Canada, che io riesca ad andare in Ucraina. La prima cosa da fare è andare in Russia per cercare di aiutare in qualche modo, ma vorrei andare in entrambe le capitali». Volando a Mosca Francesco entrerebbe nella storia: mai un Pontefice c’era riuscito prima. E nelle scorse settimane Mosca ha lanciato segnali positivi, ringraziando il Papa per la sua posizione equilibrata sulla guerra in Ucraina. Bergoglio ha parlato di aggressione, ma ha anche fermamente condannato le pressioni della Nato ai confini occidentali della Russia.