IL ROSA DELLA VITA. L’amore nato sul set dura… come un gatto in tangenziale 

LA LISTA E’ LUNGA: I BRANGELINA, ZAC E VANESSA, SCAMARCIO E GOLINO, ASSISI E PESSION… POI C’E’ IL CASO DELLA HUNZIKER 

Innamorarsi sul posto di lavoro è una cosa che può capitare a chiunque, ma è molto frequente nei personaggi del mondo dello spettacolo. Non si contano, infatti, le love story nate sui set cinematografici. Anche se, poi, va anche detto che moltissime sono miseramente naufragate. La love story più raccontata è quella nata nel corso della lavorazione di “Mr e Mrs Smith”, periodo nel quale si conoscono Brad Pitt e Angelina Jolie. I due, nonostante Pitt sia ancora sposato con Jennifer Aniston, si innamorano e costruiscono una famiglia da invidiare: sei figli, tre adottivi, tre naturali, varie proprietà sparse per il mondo e una lunga lista di cause umanitarie sostenute e portate a compimento. Per anni restano uniti e la loro serenità non è intaccata neanche dalla pubblicazione di una biografia shock che spara a zero sul passato della Jolie. Superfluo sottolineare com’è andata a finire. 

Un’altra coppia che fa sognare, soprattutto gli adolescenti, nasce sul set di “High School Musical” ed è formata da Vanessa Hudgens e Zac Efron. Per quattro anni fanno tutto insieme: diventano famosi per avere interpretato i tre film della serie High School Musical, vivono le prime esperienze e per quattro anni, dal 2006 al 2010, formano una delle coppie più amate, seguite e fotografate di Hollywood. Poi… ai fan resta solo la speranza di un ritorno dio fiamma. 

In Italia, Paese dalle grandi passioni, i ciak galeotti sono numerosi. Ad esempio durante le riprese di “Texas”, nel 2005, si fidanzano due degli attori tra i più spiati e seguiti dai paparazzi: Riccardo Scamarcio e Valeria Golino. Nel periodo in cui vivono insieme, le proposte di lavoro fioccano e dimostrano di essere una buona squadra.

Una recidiva da fidanzamenti sul luogo di lavoro è Michelle Hunziker. Dopo il naufragio del suo matrimonio con Eros Ramazzotti, cede prima alla corte del suo manager, Marco Sconfienza, poi si innamora di Luigi De Laurentiis, figlio di Aurelio, conosciuto sul set di “Natale in Crociera”, dove lui “lavora” nelle vesti di produttore. Un amore “tira e molla” durato circa due anni. Segue un corso di approfondimento da flirt con l’attore Daniele Pecci: la storia plurifotografata appare agli amanti dell’amore come la volta buona per la bella showgirl. Ma niente. La Hunziker torna ancora una volta single. A seguire trascorrono poche settimane e finalmente la bella Michele si accasa. Definitivamente. Questa volta però se va a cercare marito nel jet set, lo fa fuori dal più ristretto mondo dello spettacolo. Si unisce con un Trussardi. Un legame DESTINATO A NON DURARE…

La splendida isola di “Capri” fa da sfondo alla storia d’amore di Sergio Assisi e Gabriella Pession, protagonisti della omonima fiction. I due si sono già conosciuti su un altro set, quello di “Ferdinando e Carolina” per la regia di Lina Wertmuller, ma la scintilla non è scoccata. Rincontratisi sul set di “Capri” scoprono di non essere così indifferenti l’uno all’altro. Inizia l’ennesimo rapporto tormentato.  Pochi mesi e i due decidono di prendersi una pausa. Fanno vacanze separate. I tantissimi fan della coppia sperano che le voci siano infondate, perché i due attori fanno sognare sia sul set che fuori…Alla fine Gabriella va per la sua strada e Sergio Assisi resta attonito per la cancellazione di un amore nel quale sembra aver creduto. 

Una bella favola nasce sul set del film “Radio West”: si innamorano Pietro Taricone e Kasia SmutniaK. Sembra proprio una bella storia d’amore per l’autenticità dei sentimenti, finisce però per un tragico incidente. Pietro Taricone muore lanciandosi con il paracadute. La compagna Kasia inizia con estrema difficoltà un nuovo percorso per il ritorno ad una vita normale dedicandosi alla figlia Sophie, che a dire di Kasia, le ricorda Pietro tutti i giorni: «Negli  otto anni che abbiamo trascorso assieme – racconta ai giornali – Pietro e io abbiamo fatto di tutto, ci siamo detti tutto. Avevamo litigato, ci eravamo lasciati, ci eravamo ritrovati per amarci ancora di più. Non potevamo darci più di così. Non lo so come vivrò, ma almeno non ho rimpianti. Io so che lui è morto col sorriso sulla faccia. Nel momento più felice della vita».

Molto tormentata è anche la storia fra il regista Paolo Virzì che si innamora di Micaela Ramazzotti mentre la dirige in “Tutta La Vita Davanti”. Lui rimane folgorato dalla brava attrice (che in una sequenza del film appare completamente nuda sotto lo sguardo di Valerio Mastandrea), fino a sposarla nella sua Livorno. Il coronamento di un sogno per entrambi. Poi la crisi, l’annuncio del divorzio, la svolta con la rappacificazione… (continua?) 

IL 70% DEI TRADIMENTI ACCADE NEL LUOGO DI LAVORO 
In Italia, il 70% dei tradimenti coniugali nasce sul luogo di lavoro, e viene spesso vissuto dalla donna senza i tormenti e sensi di colpa di un tempo. L’emancipazione femminile e la parità di ruoli nel lavoro, nella gestione della famiglia e nella vita sociale in generale, sta portando le donne a liberarsi dalla cultura della colpa un tempo culturalmente dominante, e a “riscoprire” il tradimento come un momento di intensa gratificazione per se stesse, di rottura dalla routine del legame di coppia. E il luogo di lavoro, dove si trascorre spesso la maggior parte del tempo, è il posto dove si può incontrare la “distrazione” dalla routine.