IL ROSA DELLA VITA. Le labbra carnose attraggono più del seno. Parola di chirurgo 

LE LABBRA PIU’ BELLE DEL PIANETA?
QUELLE DELLA PRINCIPESSA KATE: ALMENO A PARERE DEI CHIRURGHI ESTETICI

di Maria R. Sforza

Qualche tempo fa i luminari della medicina estetica dichiararono guerra a Pamela Anderson. Il suo look super rifatto, a parer loro “rovina” una serie di adolescenti, imponendo un modello negativo di seduzione, basato sull’eccessivo ricorso al bisturi e a trattamenti invasivi che ne hanno irrimediabilmente compromesso l’aspetto. Ora la sobrietà interessa anche questo settore e la vera arma di seduzione sono le labbra, apprezzate dagli uomini ancor più di seni prorompenti e natiche scolpite “modello Baywatch” sbattuti quotidianamente sulle copertine dei magazine ed esaltati dalla tv. 

Effetto crisi da post-Covid anche nella medicina estetica? Dal monitoraggio delle più autorevoli testate estere si evidenzia un’inversione di tendenza che sta portando ad un cambiamento dei canoni di bellezza con quelli di armonia. 

Armonia significa riequilibrare le forme e mantenere fresca la visione estetica del proprio corpo, allontanando da questo il più possibile il concetto di malattia che, se non trattata, potrebbe portare ad un disturbo molto più complesso sino all’annullamento del concetto stesso di benessere perseguito dal medico estetico. Basta quindi con labbra a canotto e seni eccessivi, adesso il “diktat” è equilibrio e sensualità mai ostentata con un conseguente cambiamento dei modelli di riferimento. 

Ma quali sono allora le labbra più desiderate? Secondo il parere dei medici estetici più rinomati al mondo le 5 labbra più belle del pianeta sono quelle della principessa Kate Middleton al primo posto (con ben 38% delle preferenze degli intervistati); al secondo si colloca la bellissima attrice italiana Monica Bellucci (34%). Terza è la fantastica musa di Woody Allen, Scarlett Johansson (29%); seguita da un’altra principessa, la stilosa Charlotte Casiraghi (25%) e dalla sensualissima Jennifer Lopez (21%).A conferma delle icone attuali di riferimento e del canone di bellezze che vede le labbra al primo posto tra le parti del corpo che attraggono maggiormente l’universo maschile, la stampa di settore incorona la principessa Kate: “La Middleton ha imposto il proprio stile chic senza sforzo. Trucco leggero, sopracciglia perfette e soprattutto labbra dolci che fanno del suo viso e del suo sguardo un vero must. Per avere delle labbra glamour come quelle della principessa non bisogna abusare di nulla”. 

Un’altra speciale ricerca sulle parti del corpo femminile preferite dal sesso forte spiega che agli uomini piacciono le donne con le labbra piene, un sorriso malizioso ed ammiccante risulta essere più provocante di un generoso décolleté che si piazza in seconda posizione. Il seno è una zona che cattura l’attenzione, ma per molti uomini, le dimensioni non contano. 

Il Lato B si aggiudica il terzo gradino del podio. Agli uomini piace un bel sedere, meglio se sodo, alto e avvolto in un bel paio di jeans attillati”. «Sulla scia di questi nuovi modelli – commenta il professor Alberto Massirone – si spiega il successo della medicina estetica non invasiva che, di fatto, si sta sostituendo agli eccessi del silicone». Infatti, secondo i dati, sono sempre di più le donne che scelgono di “ritoccare” le labbra senza esagerare, attraverso piccole iniezioni che consentono di mantenere un viso espressivo e naturale. Alcuni esempi sono i trattamenti esclusivamente medici come filler a base di acido ialuronico di ultima generazione, oppure la rivitalizzazione delle aree limitrofe, così come del volto e del décolleté, che magnificano e completano la visione delle labbra, attraverso una riqualificazione della cute e del sottocute. 

«In ogni caso debbono essere utilizzati prodotti del tutto sicuri e biocompatibili come l’acido ialuronico, oppure i pool vitaminici, o gli estratti ribonucleici, o gli anti radicali liberi; o anche i trattamenti sulla cute di tutto il viso effettuati con laser frazionali, ma anche con processi di rivitalizzazione con l’uso di piastrine autologhe derivanti dal proprio sangue» spiega il chirurgo estetico. Un effetto particolare va ricercato anche nel rendere il più possibile il viso ripulito da macchie ed irregolarità cutanee e piccole neoformazioni, che in qualche modo possono alterarne la visione globale.