LA NATO. Uso di armi nucleari avrà serie conseguenze per la Russia

E se la Russia decidesse davvero di usare l’arma nucleare? David Petraus, già a capo della CIA, non ha dubbi: «Risponderemmo guidando uno sforzo della Nato che eliminerebbe ogni forza convenzionale russa che possiamo vedere e identificare sul campo di battaglia in Ucraina e anche in Crimea e ogni nave nel Mar Nero: deve esserci una risposta non necessariamente nucleare contro nucleare, per evitare una escalation. I russi hanno fatto soffrire Napoleone, i nazisti e via dicendo, ma non penso che Vladimir Putin sarà in grado di far soffrire l’Europa. L’Europa avrà un duro inverno, avrà flussi ridotti di gas, ma ce la farà e non penso che si dividerà sulla questione del sostegno all’Ucraina»

A Petraus fa eco il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg: «Qualsiasi uso di armi nucleari avrà conseguenze serie per la Russia. L’alleanza è pronta a rispondere ferma e unita a ogni attacco deliberato alle sue infrastrutture critiche».