La Russia chiude il rubinetto del gas. All’Italia il 15% in meno. Cosa accadrà

Dopo la Germania tocca adesso all’Italia. La Russia chiude il rubinetto del gas. Per il nostro Paese è previsto un taglio del 15 per cento. L’annuncio arriva direttamente da ENI: «Eni ha ricevuto comunicazione di una limitata riduzione dei flussi dal proprio fornitore russo relativamente all’approvvigionamento gas verso l’Italia. Eni continuerà a monitorare l’evoluzione della situazione e comunicherà eventuali aggiornamenti» è scritto sulla piattaforma di informazioni privilegiate per il monitoraggio Remit del Gestore dei mercati energetici. Il portavoce conferma: «Gazprom ha comunicato una limitata riduzione delle forniture di gas per la giornata di oggi, pari a circa il 15%. Le ragioni della diminuzione non sono state al momento notificate».