LA GUERRA. Dopo l’attacco a Kiev Mosca apre a un faccia a faccia con Biden

Ieri le forze russe hanno lanciato oltre 83 missili e usato 17 droni iraniani per attaccare l’Ucraina. Nella mattinata Mosca ha lanciato attacchi missilistici su Kiev, Leopoli, Pryluky, Khmelnytskyi, Dnipro, Nizhyn, Zhytomyr e Kharkiv dalle regioni del Mar Caspio e di Nizhny Novgorod, ha riferito il viceministro della Difesa ucraina Hanna Maliar, citata dal Kyiv Independent.

Forti esplosioni scuotono Kiev. Le strade centrali di Kiev sono chiuse al traffico, i treni su tutte le linee della metropolitana sono stati sospesi. Tutte le stazioni sotterranee della metropolitana di Kiev sono state adibite a rifugi. Anche un parco giorchi per bambini è stato colpito, i video pubblicali sul web mostramo un cratere vicino alle altalene. I missili hanno colpito i distretti di Shevchenkiv e Solomyan, riferisocno i media ucraini. Anche il consolato tedesco a Kiev, secondo la Bild, sarebbe stato colpito negli attacchi missilistici russi sulla capitale ucraina.

Vladimir Putin fa sapere che la Russia ha fatto sapere di aver lanciato “massicci attacchi alle infrastrutture energetiche dell’Ucraina” e ha avvertito che la risposta di Mosca sarà “dura” se Kiev continuerà a compiere attacchi terroristici sul territorio russo, riporta la Tass. Putin ha anche affermato che dopo gli ultimi attacchi l’Ucraina si pone sullo stesso piano delle organizzazioni terroristiche internazionali. “Gli obiettivi degli attacchi di precisione in Ucraina sono stati raggiunti”, ha affermato il ministero della Difesa russo, secondo la Tass. Nel mirino sarebbero stati comandi militari ucraini, centri di comunicazione e impianti energetici. “Tutti i siti sono stati colpiti”, viene aggiunto. Oggi la sorpresa: «Siamo pronti a considerare un incontro Putin / Biden al G20» fa sapere il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov aprendo a un faccia a faccia. La data sarebbe il 20 novembre. Ne passerà di acqua sotto i ponti ed è facile pronosticare che il volto di quella parte d’Europa, per quei tempi, non sarà già lo stesso.