MESSINA DENARO. Santoro: non mi convince un boss che fa i selfie in clinica

«Non mi convince un Matteo Messina Denaro che si fa i selfie in clinica. O che arriva con l’olio di Castelvetrano per medici ed infermieri. Preferisco pensare che l’abbia tradito la voglia di essere seppellito tra i suoi ulivi».

Michele Santoro parla con Open e afferma di non credere ai complotti dei servizi segreti o che l’ultimo dei Corleonesi si sia consegnato  per un arresto farsa. Ma ritiene che il tumore abbia spinto il latitante ad allentare le difese. Perché farsi prendere poteva in qualche modo convenirgli.