Mosca senza freni: con Svezia e Finlandia in NATO dispiegheremo armi nucleari

MA LA NATO ACCELERA LA PRATICA. L’OBIETTIVO E’ ADESIONE A GIUGNO

Putin da Mosca minaccia il mondo contro l’adesione di Svezia e Finlandia alla NATO: di fatto, Stoccolma e Helsinki non sembrano farsi minimamente intimorire. Intanto stamani ha parlato il vice ministro degli esteri russo Sergei Ryabkov, definendo la scelta un «errore di vasta portata che non sarà sopportato da Mosca». Mentre la TV di stato Russia1 sul canale ufficiale del Cremlino, ha sbottato: «Il motivo ufficiale è la paura. Ma avranno più paura della Nato. Quando le basi della Nato appariranno in Svezia e Finlandia, la Russia non avrà altra scelta che neutralizzare lo squilibrio e la nuova minaccia dispiegando armi nucleari tattiche». La minaccia più eclatante, però, resta quella di Dmitry Medvedev, vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo, a parere del quale la Russia potrebbe schierare armi nucleari e missili ipersonici nella sua exclave di Kaliningrad, tra Polonia e Lituania. Parole che non creano difficoltà nella Nato, dove si accelera la procedura di adesione dei due paesi. Con l’obiettivo di chiudere a giugno.