OGGI IL NOSTRO CHEF CONSIGLIA. Pasta spezzata mista in crema di fagioli

Antonio Ventura Coburgo de Gnon 

Questa non è una ricetta complicata, ma piuttosto lunga nella preparazione, ma potete poi farla a tappe, se non avete il tempo necessario. Partiamo dalla crema di fagioli. E’ lapalissiano che si può usare qualsiasi tipo di fagioli: personalmente uso quelli decorticati. La sera prima, li metto a bagno in acqua fredda con un pizzico di bicarbonato. La mattina successiva li lavo per bene, per togliere ogni traccia del bicarbonato, che in cottura farebbe schiuma e li renderebbe amarognoli. Utilizzo per la cottura una pentola di coccio, come nei tempi andati: non per nostalgia, ma perché rende più buono il prodotto. Aggiungo qualche pezzetto di carota, un gambo di sedano e della cipolla. Quindi acqua a coprire abbondantemente. Se trovate ancora della schiuma, toglietela con un cucchiaio. A metà cottura, salate secondo il vostro gusto. Non posso darvi un tempo di cottura, perché ogni varietà di fagiolo reagisce alla cottura in maniera diversa, e dipende anche dal tipo di pentola usata. Una volta ultimata la cottura, con un mixer ad immersione frullate tutto fino a ridurre tutto a una crema. Io frullo anche le verdure, ma potete eliminarle se non le gradite. Ora lessate la pasta, in acqua salata.  Nel frattempo in una padella friggete i dadini di pane per farne dei crostini. Se volete rendere più gustosa la crema, potete aggiungere del brodo di verdure. Ora scolate la pasta e miscelatela in una padella con la pasta fritta scolata dall’olio, e la crema di fagioli, ed aggiungete i dadini di pane fritto a guarnire. Se gradite, potete spolverare di pepe. Buon appetito.