ONU E GUERRA IN UCRAINA: orrore contro i civili da ambo le parti 

VIOLENZE SESSUALI, BOMBARDAMENTI INDISCRIMINATI, TORTURE, UCCISIONI DI CIVILI E PRIGIONIERI 

La missione ha ricevuto accuse di oltre 300 omicidi illegali, mentre altre violazioni, puntualmente documentate, includono prove di violenze sessuali, bombardamenti indiscriminati di aree e infrastrutture civili e detenzione, maltrattamenti, torture e persino uccisioni di civili e prigionieri di guerra da parte di tutte le parti in conflitto. 

«Una storia dell’orrore di violazioni contro i civili: il rispetto del diritto internazionale è stato messo da parte»: con questo gelido comunicato l’Ufficio delle Nazioni Unite per i Diritti Umani descrive la guerra in Ucraina.

La missione di monitoraggio delle Nazioni Unite ha documentato l’uccisione illegale di 50 persone a Bucha, omicidi intenzionali che equivalgono a crimini di guerra, insiste lo stesso ufficio, sottolineando che le indagini evidenziamo come Bucha non sia un incidente isolato.