PD NEI GUAI. Bindi: scioglierlo. Cuperlo: rifondare. Spettro scissione 

Per Rosy Bindi bisognerebbe scioglierlo. Gianni Cuperlo si limita a chiedere che sia rifondato. Matteo Orfini vorrebbe «Scioglierlo e rifondarlo». Il Partito democratico dibatte sulla sconfitta. Per Roberto Morassut, «serve un contenitore ampio, progressista e di sinistra. E per farlo serve una costituente». «Campo largo» sostengono Andrea Orlando e Francesco Boccia, sognando il riavvicinamento al Movimento 5 Stelle. «Campo ristretto» tuonano i contrari. La verità è che una nuova scissione resta la prospettiva più concreta.