Renzi: senza un’iniziativa diplomatica a perdere la guerra sarà l’Europa

«Che sia Merkel o Blair, che sia un inviato speciale o una conferenza di pace, serve una iniziativa politica e diplomatica targata Europa»

«I fatti di queste settimane dimostrano che non c’è soluzione fuori dalla diplomazia. Questa guerra non la vincerà nessuno ma la perderà sicuramente la povera gente che muore in Ucraina ma anche quella che farà la fame in Africa e non solo. E questa guerra la perderà l’Europa se non prende una benedetta iniziativa diplomatica. Che sia Merkel o Blair, che sia un inviato speciale o una conferenza di pace, serve una iniziativa politica e diplomatica targata Europa. Lo diciamo dal 24 febbraio, ora iniziano a dirlo quasi tutti. Lo diciamo soprattutto il 9 maggio, giorno in cui ricordiamo la Festa dell’Europa. Chi vuole bene all’Europa auspica una grande iniziativa politica e diplomatica per salvare la pace, per salvare il pianeta»: lo afferma Matteo Renzi. Che ragiona: «Tra le conseguenze della guerra, c’è l’ulteriore accelerazione delle tensioni economiche e geopolitiche legate al cibo. È un tema di cruciale rilievo, non è più un tema da soli addetti ai lavori».