SALOTTO DE GNON. Pamela Prati: che delusione!

Antonio Ventura Coburgo de Gnon

Nella mia ormai lunga vita ho incontrato molti personaggi dello spettacolo, ma una in particolare mi ha decisamente deluso. Parlo di Pamela Prati. La incontrai un bel po’ di estati fa, in casa dell’industriale salentino Salvatore De Lorenzis. Per chi è amante dei gossip, è stato il marito della Marconi del GF. Per meglio dire io ero già sul posto quando arrivò Pamela, accompagnata dal suo (allora) fidanzato. Un personal trainer dal fisico prestante. Ricordo che era l’anno in cui Briatore donò l’anello alla Gregoraci, come promessa del matrimonio. Parlava dell’anello e dei carati del diamante come se solo Briatore potesse permettersi tale gioiello. Le dissi che l’indomani – quando ci saremmo incontrati per la cena, sempre nella villa dell’imprenditore – avrei indossato un anello che avrebbe fatto impallidire quello della Gregoraci. Lo feci, lasciandola a bocca aperta. Erano gli orecchini della mia bisnonna, che avevo trasformato in anello. Non ricordo i carati, ma il loro diametro era di un centimetro ciascuno. La serata trascorse piacevole. Non la incontrai mai più, ma mi aveva lasciato il suo numero di telefono. Quando fu travolta dallo scandalo del finto matrimonio, mi sentii in dovere di chiamarla per darle un apporto di solidarietà. Capivo che era stata una mossa azzardata, che la potesse far tornare alla ribalta. Capivo che era stata gestita male e che fosse sfuggita di mano la gestione. Rimasi di stucco quando non solo negò di avermi conosciuto, ma negò anche di essere mai stata in Salento. La mia considerazione per lei scese a zero!