Segre: 25 aprile ricorda che resistere è un dovere

«ORA E SEMPRE RESISTENZA!» SCRIVE LA SENATRICE A VITA  

«La festa del 25 aprile come sempre parla anche al nostro presente, che parla di guerra, dove una potenza aggredisce e sanguinosamente distrugge un Paese sovrano nel cuore dell’Europa. Ma un presente segnato ancora anche dalla pandemia, con i suoi costi umani e sociali. Il 25 aprile ci ricorda che resistere è necessario, è un dovere. Ieri come oggi. Ovunque la giustizia, la dignità, la vita stessa vengono calpestate, umiliate, distrutte». Lo scrive Liliana Segre in una lettera letta questa mattina a Monte Sole di Marzabotto.

«Commemorare il 25 aprile è commemorare Marzabotto: oggi è la festa di tutti i democratici, degli antifascisti e della nostra Repubblica. Ora e sempre Resistenza! Questo deve essere lo slogan, il grido direi, che sempre deve accompagnare il nostro atteggiamento verso la guerra» afferma la senatrice a vita.