Silvio: fossi stato Presidente della Repubblica avrei convinto Putin a fermarsi

AgenPress – “Voglio dire davvero cosa ho pensato. Se fossi stato presidente della Repubblica avrei potuto andare e ripetere con Putin quello che ho fatto nel 2008”, con la situazione della Georgia. Lo ha detto l’ex premier Silvio Berlusconi parlando della guerra in Ucraina a margine del voto a Milano per i referendum sulla giustizia. “Lo tenni al telefono cinque ore e gli dissi ‘sappi che se domani mattina invadi la Georgia divorzi dall’Unione Europea, dalla Nato e dagli Usa’. Alle 10 di mattina arrivò l’ordine da Mosca alla truppa di ritirarsi”.

“Putin non l’ho sentito di recente. Eravamo molto amici, ho fatto due telefonate all’inizio di questa operazione e non ho avuto risposta. Allora dopo questo mi sono astenuto da ulteriori tentativi”.