Ucraina. Strage stazione: 50 civili morti. 10 bambini. Von Der Leyen: volto crudele di Putin

Razzi russi hanno colpito la stazione di Kramatorsk facendo 50 morti, 10 dei quali erano bambini.

 

«In questo modo la Russia protegge i russofoni nell’Ucraina orientale? Qualcuno può spiegare perché sparare ai civili con i missili?’, si chiede presidente Zelenskyi. Mosca nega ogni responsabilità. Il ministero della Difesa afferma che è stato compiuto da un battaglione missilistico ucraino per ‘impedire ai civili di partire e usarli come scudi umani».

La presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen si è recata a Kiev da Zelensky e poi a Bucha: ‘Qui è successo l’impensabile. Abbiamo visto il volto crudele dell’esercito di Putin. Qui a Bucha abbiamo visto l’umanità andare in frantumi’. 

Spiega Zelensky: ”Gli occupanti hanno colpito la stazione ferroviaria di Kramatorsk Point U dove migliaia di pacifici ucraini stavano aspettando di essere evacuati…  Sul posto sono già presenti polizia e soccorritori. I russi disumani non abbandonano i loro metodi. Non avendo la forza e il coraggio di opporsi a noi sul campo di battaglia, stanno cinicamente distruggendo la popolazione civile. Questo è un male che non ha limiti. E se non viene punito, non si fermerà mai”.