UE: genitori dello stesso sesso riconosciuti come famiglia

I genitori dello stesso sesso e i loro figli dovrebbero essere riconosciuti come famiglia in tutti gli Stati membri dell’Unione europea: la richiesta arriva oggi dalla Commissione Ue.

Spiega Bruxelles: «La proposta è incentrata sull’interesse superiore e sui diritti del bambino: la genitorialità stabilita in uno Stato membro dovrebbe essere riconosciuta in tutti gli altri Stati membri, senza alcuna procedura speciale anche per i genitori dello stesso sesso». I figli di genitori dello stesso sesso «avranno stessi diritti in tutta la Ue: dato che nel diritto internazionale, nel diritto dell’Unione e negli ordinamenti degli Stati membri tutti i minori hanno gli stessi diritti senza discriminazioni, la proposta prevede il riconoscimento della genitorialità di un minore indipendentemente dal modo in cui il minore è stato concepito o nato e indipendentemente dal tipo di famiglia del bambino. La proposta include quindi il riconoscimento della genitorialità di un bambino con genitori dello stesso sesso e anche il riconoscimento della genitorialità di un bambino adottato».